.

Brunello di Montalcino DOCG 'Pianrosso Riserva Santa Caterina d'Oro' 2015 (750 ml.) - Ciacci Piccolomini d'Aragona

Il Brunello di Montalcino 'Pianrosso Riserva Santa Caterina d'Oro' di Ciacci Piccolomini d'Aragona nasce da un vigneto di 11 ettari straordinariamente vocato per la coltivazione del sangiovese. Prodotto solo nelle annate migliori. E’ un rosso complesso, che ci piace per la struttura commisurata all’estrema eleganza. Questo straordinario Brunello affina in botti di rovere di Slavonia per oltre 3 anni, per trascorrere un altro anno in bottiglia. Gran corpo con lunga persistenza. Eleganza e classe, meraviglioso.

        

5 Articoli
134,00 €
Tasse incluse
Quantità
Ultimi articoli in magazzino

IL VINO

Il Brunello di Montalcino 'Pianrosso Riserva Santa Caterina d'Oro' di Ciacci Piccolomini d'Aragona nasce da un vigneto di 11 ettari straordinariamente vocato per la coltivazione del sangiovese. Prodotto solo nelle annate migliori. E’ un rosso complesso, che ci piace per la struttura commisurata all’estrema eleganza. Questo straordinario Brunello affina in botti di rovere di Slavonia per oltre 3 anni, per trascorrere un altro anno in bottiglia. Gran corpo con lunga persistenza. Eleganza e classe, meraviglioso.

L'AZIENDA

La tenuta Ciacci Piccolomini d’Aragona, di Montalcino, vanta una lunga storia che ha origine nel XVII secolo. 
L’azienda, oggi di proprietà di Paolo e Lucia Bianchini, possiede oltre cinquanta ettari di vigneto, che si trovano in prossimità del fiume Orcia, ottimamente esposti a sud-ovest, a un’altitudine che varia tra i 240 e i 360 metri sul livello del mare. La grande attenzione rivolta alla produzione dell’uva è frutto di un’antica tradizione contadina, che si unisce a metodi e tecniche agronomiche sempre più aggiornate e all’avanguardia. Tra i filari, a dominare è ovviamente il sangiovese grosso, specifico biotipo di sangiovese esclusivo di Montalcino, che nel caso dei vigneti della tenuta Ciacci Piccolomini d'Aragona cresce su suoli altamente vocati alla viticoltura, e viene allevato nel pieno rispetto di ambiente ed ecosistema, arrivando a regalare uve semplicemente eccezionali. Grappoli che in cantina si trasformano in etichette altrettanto eccellenti. Per adeguarsi alle continue evoluzioni del settore vinicolo, la Tenuta Ciacci Piccolomini d’Aragona dispone attualmente di tre distinte cantine: una adibita all’invecchiamento dei vini più pregiati, poi una seconda che rappresenta la sede ufficiale dell’impresa - dove è eseguita la vinificazione e dove sono ospitati i locali amministrativi e il negozio per la vendita e la degustazione dei vini - e infine un’ultima di recente acquisizione, dove viene prodotta la nuova denominazione di origine “Montecucco Sangiovese”. 
Il risultato di tutto ciò è dato da vini riconoscibilissimi tra mille, caratterizzati da uno stile elegante e raffinato. Dal Rosso di Montalcino al Brunello, passando per il “Fabivs” e per l’“Ateo” fino ad arrivare ai distillati, sono etichette, quelle che escono dalla Tenuta Ciacci Piccolomini d’Aragona, moderne e attuali ma, allo stesso tempo, capaci di conservare intatto quello che è il più profondo fascino dell’autenticità di una zona che, ormai da decenni, tiene alto il prestigio di tutta l’enologia e di tutta la vitivinicoltura italiana.

CPA-PIANROSSO-RISERVA-S.CATERINA-2015
5 Articoli

Scheda tecnica

Categoria del Prodotto
Vino Rosso
Nazione
Italia
Regione
IT - Toscana
Annata - Cuvée
2015
Denominazione
Brunello di Montalcino DOCG
Vitigno / Materia prima
sangiovese
Gradazione Alcolica
15% vol.
Formato
750 ml.
Confezione
Incartato a Mano
Degustazione
Colore: rosso granato Bouquet: frutta rossa, spezie, macchia mediterranea e delicata nota eterea Gusto: molto piacevole, con tannini croccanti in fase di integrazione. Elegante e persistente, con retrogusti speziati.
Abbinamenti Gastronomici
Grandi Occasioni, Carni in Umido, Formaggi Stagionati, Cacciagione, Carni Rosse
Temperatura di Servizio
18° - 20° C.
Bicchiere Consigliato
Calice ampio a stelo lungo
Classe di Invecchiamento
Riserva
Premi
Bibenda 5 Grappoli
Punteggi
James Suckling 100/100, Robert Parker 97/100, Wine Spectator 97/100, Wine Enthusiast 97/100

Riferimenti Specifici