Venezia Giulia Bianco IGT Jakot 2011 (500 ml) - Radikon

RDK-JAKOT-2011

Nuovo prodotto

Il Venezia Giulia Bianco IGT Jakot di Radikon è un orange wine 100% Tocai Friulano vino di rara longevità che non viene trattato in alcun modo, né in vinificazione né in imbottigliamento. Ne deriva che le tracce di anidride solforosa presenti sono prodotte dai lieviti durante la fermentazione con un processo totalmente naturale. Ricco e profondo, lunghissimo e magnetico

scheda tecnica

Maggiori dettagli

12 Articoli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 2 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 2 points può essere convertito in un buono di 0,40 €.


23,00 € tasse incl.

From 22,00 € by 6

Aggiungi alla lista dei desideri

Sconti sul volume

QuantitàScontoSalva
6 1,00 € Fino a 6,00 €

Scheda tecnica

NazioneItalia
RegioneFriuli Venezia Giulia
TipoVino Orange
Vitignofriulano
DenominazioneVenezia Giulia Bianco IGT
Gradazione Alcolica13% vol.
FilosofiaNaturale
FormatiBottiglia da 500 ml.
DegustazioneColore: giallo aranciato, luminoso e ricco. Bouquet: intenso, con sentori di mandorla e frutta disidratata. Gusto: note erbacee, assaggio ampio, ben equilibrato, fresco, persistenza su note di mandorla.
Abbinamenti gastronomiciGrandi Occasioni
Temperatura di servizio15° - 16° C.
Bicchiere consigliatoCalice fine a stelo lungo
PremiVitae 4 Viti
Annata2011

Dettagli

IL VINO

Il Venezia Giulia Bianco IGT Jakot di Radikon è un orange wine 100% Tocai Friulano, vino di rara longevità che non viene trattato in alcun modo, né in vinificazione né in imbottigliamento. Ne deriva che le tracce di anidride solforosa presenti sono prodotte dai lieviti durante la fermentazione, con un processo totalmente naturale. Ricco e profondo, lunghissimo e magnetico

L'AZIENDA

Nome fondamentale per tutto il movimento del vino naturale italiano, quello di Stanko Radikon è un percorso unico, che attraversa buona parte della storia recente del Collio. Oslavia, non lontano da Gorizia: è qui che tutto cambia in quello che è stato, e continua a essere, una sorta di grande laboratorio dedicato alle varietà della zona e ai loro metodi di vinificazione. Un percorso che si evolve abbastanza rapidamente: negli ultimi anni ’80, con lo sviluppo delle tecnologie, si inizia a usare l’acciaio per produrre vini d’annata freschi e beverini. Stanko però non crede a lungo in questo tipo di produzione e ritorna a quel legno già ampiamente usato dal padre, portando in cantina le prime barrique. Nel 1995, però, tutto viene rivoluzionato e si iniziano a usare grandi tini a tronco conico dove si cominciano a effettuare lunghe macerazioni delle uve bianche. Questa tecnica, usata dai contadini di un tempo per produrre vini che potessero resistere all’ossidazione, è stata ripresa e via via sviluppata fino a oggi. I vini di Stanko, spesso conosciuti come “orange wines”, sono figli di un approccio radicale, tanto in vigna quanto in cantina. Tra i filari le regole sono semplici, quasi essenziali: pochi grappoli per pianta, nessun prodotto di sintesi, solo lavorazioni manuali e vendemmia esclusivamente al raggiungimento della maturazione ottimale. In cantina, altrettanto semplici sono i procedimenti seguiti: fermentazioni spontanee, nessun tecnicismo e nessuna aggiunta di anidride solforosa, neanche in imbottigliamento, poi anni e anni di maturazione in botte, e altrettanti anni di affinamento in vetro. Dalla Ribolla Gialla al “Jakot”, dal Merlot all’“Oslavje”, passando per il Pinot Grigio e per lo “Slatnik”, il risultato è praticamente unico, inimitabile e straordinario. Vini, quelli targati Radikon, naturalmente naturali, vini senza tempo, vini come altri non ce ne sono, vini ai quali è semplicemente impossibile resistere.

Recensioni

Scrivi una recensione

Venezia Giulia Bianco IGT Jakot 2011 (500 ml) - Radikon

Venezia Giulia Bianco IGT Jakot 2011 (500 ml) - Radikon

Il Venezia Giulia Bianco IGT Jakot di Radikon è un orange wine 100% Tocai Friulano vino di rara longevità che non viene trattato in alcun modo, né in vinificazione né in imbottigliamento. Ne deriva che le tracce di anidride solforosa presenti sono prodotte dai lieviti durante la fermentazione con un processo totalmente naturale. Ricco e profondo, lunghissimo e magnetico

scheda tecnica