Savigny-les-Beaune Premier Cru 2001 - Hospices de Beaune

HDB-SAVIGNY-2001

Nuovo prodotto

Il Savigny-les-Beaune Premier Cru Cuvee Arthur Girard di Hospices de Beaune, Cote de Beaune, ha il senso vero del Pinot, quello che in Borgogna chiamano sensazione di fruits à noyau, intendendo con ciò un rimando al nocciolo della ciliegia, piuttosto che della susina rossa o della nettarina matura. Un vino davvero sopra le righe. Grandissima annata.

Hospice-de-Beune_etichetta.jpg

Maggiori dettagli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 15 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 15 points può essere convertito in un buono di 3,00 €.


Scheda tecnica

NazioneFrancia
RegioneBorgogna
TipoVino Rosso
Vitignopinot nero
DenominazioneSavigny-Les-Beune
Gradazione Alcolica13% vol.
FormatiBottiglia da 750 ml.
DegustazioneColore: rosso rubino chiaro. Profumo: potente, con un bouquet che esprime sentori di frutta candita, ribes rosso, spezie e muschio. Gusto: rotondo e pieno, con una struttura elegante, perfettamente equilibrata fra componente tannica e acida.
Abbinamenti gastronomiciCarni Rosse, Carni Arrosto, Carni Bianche, Formaggi Stagionati
Temperatura di servizio18° - 20° C.
Bicchiere consigliatoCalice a tulipano molto ampio
Annata2001

Dettagli

Aegerter-logo_150.png

Hospices de Civiles de Beaune è un'ex ospizio dei poveri fondato nel 1443 nella città di Beaune. È oggi un ospedale moderno, con gli edifici originali che servono da museo. Dal 1859, un'asta di beneficenza di carità ha raccolto fondi per l'ospedale grazie ai vini prodotti sotto il marchio Hospice.

I vini sono fatti presso la cantina Hospices da circa 60 ettari di aziende vinicole che sono state donate all'ospizio da molti decenni. Molti di questi si trovano nei siti di vigneti di prim'ordine e grandi cru, tra cui Clos de la Roche, Mazis-Chambertin e Corton. In totale ci sono 32 vini rossi e 13 vigneti bianchi fatti, la maggior di questi sono chiamati con i nomi dei loro donatori.

L'asta di questi vini appena fatti in barile si svolge la terza domenica di novembre, con amatori e professionisti che offrono. I prezzi tendono ad oltrepassare i valori di mercato "normali", ma forniscono qualche indicazione delle probabili tendenze dei prezzi del vino sfuso per il prossimo anno. I vini vengono poi spediti al banditore d'asta designato dall'acquirente (che può essere un produttore di vino) che invecchia i vini in botte e poi li bottiglia. Il nome di questa società appare tipicamente sull'etichetta, insieme all'acquirente e al nome della cuvée. Quindi lo stile di ogni cuvée dato può variare notevolmente di anno in anno.

Christies hanno gestito l'evento dal 2005. Le degustazioni d'asta ora si svolgono a Pechino, Shanghai e Hong Kong.

Recensioni

Scrivi una recensione

Savigny-les-Beaune Premier Cru 2001 - Hospices de Beaune

Savigny-les-Beaune Premier Cru 2001 - Hospices de Beaune

Il Savigny-les-Beaune Premier Cru Cuvee Arthur Girard di Hospices de Beaune, Cote de Beaune, ha il senso vero del Pinot, quello che in Borgogna chiamano sensazione di fruits à noyau, intendendo con ciò un rimando al nocciolo della ciliegia, piuttosto che della susina rossa o della nettarina matura. Un vino davvero sopra le righe. Grandissima annata.

Hospice-de-Beune_etichetta.jpg