Antinori Badia a Passignano Chianti Classico DOCG Gran Selezione 2012

ANT-BADIAPASSIGNANO-2012

Nuovo prodotto

Il Chianti Classico DOCG Gran SelezioneTenuta Badia a Passignano, di Antinori è prodotto esclusivamente dalle selezione delle migliori uve della proprietà situata nella zona del Chianti Classico. Una delle eccellenze degli Antinori. Maturazione per almeno 14 mesi in barrique e 16 mesi in bottiglia: ne risulta un vino di grande intensità, complessità ed equilibrio.

   

Scheda tecnica

badia-a-passignano-chianti-classico_etic

Maggiori dettagli

2 Articoli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 2 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 2 points può essere convertito in un buono di 0,40 €.


28,00 € tasse incl.

-6,00 €

Invece di 34,00 € tasse incl.

Scheda tecnica

NazioneItalia
RegioneToscana
TipoVino Rosso
Vitignosangiovese
DenominazioneChianti Classico DOCG
Gradazione Alcolica14% vol.
FormatiBottiglia da 750 ml.
DegustazioneColore - rosso rubino con riflessi violacei Profumo - spiccata identità varietale con un’intensa e potente vena fruttata. Gusto - equilibrato e avvolgente, i tannini maturi e vellutati lasciano una piacevole sensazione di morbidezza
Abbinamenti gastronomiciA Tutto Pasto, Zuppe e Passati di Verdura, Primi di Terra, Carni in Umido, Carni Rosse
Temperatura di servizio16° – 18° C.
Bicchiere consigliatoCalice a tulipano molto ampio
PunteggiAntonio Galloni 93/100, Robert Parker 90/100, Wine Spectator 90/100

Dettagli

Antinori-logo-150.jpg 

IL VINO

Il Chianti Classico DOCG Gran SelezioneTenuta Badia a Passignano, di Antinori è prodotto esclusivamente dalle selezione delle migliori uve della proprietà situata nella zona del Chianti Classico. Una delle eccellenze degli Antinori. Maturazione per almeno 14 mesi in barrique e 16 mesi in bottiglia: ne risulta un vino di grande intensità, complessità ed equilibrio.

Di colore rosso rubino con riflessi violacei, al naso è caratterizzato da una spiccata identità varietale con un’intensa e potente vena fruttata. Dominano la ciliegia e l’amarena con punte di frutti di bosco e frutti esotici. Al palato il vino è equilibrato e avvolgente, i tannini maturi e vellutati lasciano una piacevole sensazione di morbidezza. Il finale è sapido e vibrante, di lunga persistenza.

La stagione autunnale 2011 è stata caratterizzata da un clima mite con scarse precipitazioni, a cui ha fatto seguito un inverno freddo con piovosità regolare. La stagione primaverile ha inizialmente presentato un clima asciutto e fresco che ha comportato un leggero ritardo del germogliamento e della fioritura della vite. I mesi di Aprile e Maggio, per contro, hanno garantito una buona piovosità, bilanciando la scarsità di precipitazioni in estate e consentendo a tutte le varietà di proseguire con regolarità i processi di sviluppo. I mesi di Settembre ed Ottobre hanno avuto un clima mite che ha permesso alle uve di raggiungere la giusta maturazione. La raccolta è iniziata il 20 di Settembre.

Dopo la diraspatura, gli acini sono stati accuratamente selezionati e successivamente pigiati in maniera soffice. La fermentazione alcolica è decorsa in circa 10 giorni, a seguito dei quali i mosti sono rimasti in macerazione con le bucce per ulteriori 10-12 giorni. Dopo la svinatura i vini sono stati immediatamente immessi in legno per svolgere la fermentazione malolattica, decorsa spontaneamente entro la fine dell’anno; dopo il travaso, i vini ancora separati in base alla provenienza del vigneto, hanno affrontato il periodo di affinamento in barriques di rovere ungherese per circa 12 mesi. Durante questa lunga fase, i diversi lotti sono stati costantemente degustati e controllati, per poter esaltare al massimo l’evoluzione in legno, per poi essere assemblati nel taglio finale al termine del periodo di invecchiamento. Il vino è stato quindi imbottigliato presso la fattoria ed ha poi proseguito la sua maturazione in bottiglia.

badia_logo.png

Badia a Passignano si trova sopra Sambuca Val di Pesa, a 3 km a sud di Tenuta Tignanello; i suoi 223 ettari si estendono su un terreno calcareo, raggiungendo un'altezza da 250 a 300 metri in una delle aree più belle e produttive del Chianti Classico. La sua fondamentale importanza nella storia del Chianti viene riportata su centinaia di volumi, custoditi ora nell'Archivio di Stato di Firenze, che danno notizia dei vigneti di Sangiovese e delle colture della zona. A conferma di questo, nel 1983, nei terreni circostanti Badia a Passignano fu trovata una pianta di vitis vinifera millenaria.

I vigneti circostanti la Badia  appartengono allafamiglia Antinori dal 1987. Attualmente ci sono 56 ettari di vigneti piantati a Sangiovese (usando selezioni dei migliori cloni di Sangiovese presi a Tignanello da vigneti molto vecchi, piantati con una densità di 5.000 - 7.000 viti per ettaro e fatti crescere con il sistema a cordone), ed una piccola parte a Cabernet Sauvignon ed a Syrah. Badia a Passignano ha anche 19 ettari piantati a uliveto, con le varietà Frantoio, Leccino e Moraiolo

L'abbazia, che fu la residenza del fondatore dell'ordine Vallombrosano, è di proprietà dei monaci, mentre Antinori ha l'uso delle splendide,antiche, cantine situate proprio sotto il monastero.Hanno soffitti a volta, mura possenti, e sono un ambiente perfetto per l'affinamento perché mantengono umidità e temperatura costante per tutto l'anno. Contengono circa 2.000 barrique di rovere francese di Badia a Passignano Chianti Classico Riserva.

L'AZIENDA

La Famiglia Antinori si dedica alla produzione vinicola da più di seicento anni: da quando, nel 1385, Giovanni di Piero Antinori entrò a far parte dell' Arte Fiorentina dei Vinattieri. In tutta la sua lunga storia, attraverso 26 generazioni, la famiglia ha sempre gestito direttamente questa attività con scelte innovative e talvolta coraggiose ma sempre mantenendo inalterato il rispetto per le tradizioni e per il territorio.

Oggi la società è diretta da Albiera Antinori, con il supporto delle due sorelle Allegra e Alessia, coinvolte in prima persona nelle attività aziendali. Il Marchese Piero Antinori è attualmente il Presidente Onorario della società. Tradizione, passione ed intuizione sono state le qualità trainanti che hanno condotto i Marchesi Antinori ad affermarsi come uno dei principali produttori italiani di vini.

Ogni annata, ogni terreno, ogni idea che si voglia mettere in atto è un nuovo inizio, una nuova ricerca di margini qualitativi sempre più elevati. Come ama dire il Marchese Piero: “ le antiche radici giocano un ruolo importante nella nostra filosofia, ma non hanno mai inibito il nostro spirito innovativo ”. Alle tenute di Toscana e Umbria, patrimonio storico della famiglia, si sono aggiunti con il tempo investimenti in altre aree vocate per la produzione di vini di qualità sia in Italia che all'estero, dove si potesse intraprendere un nuovo percorso di valorizzazione di nuovi “terroir” ad alto potenziale vitivinicolo.

La Marchesi Antinori esprime la propria passione per la viticoltura cercando margini di miglioramento sempre più sottili. Per questo si effettuano continui esperimenti nei vigneti e cantine con selezioni di cloni di uve autoctone ed internazionali, tipi di coltivazioni, altitudini dei vigneti, metodi di fermentazione e temperature, tecniche di vinificazione tradizionali e moderne, differenti tipologie di legno dimensioni ed età delle botti, e variando la lunghezza dell'affinamento in bottiglia.

"Abbiamo dimostrato, negli anni, che in Toscana ed Umbria c'era la possibilità di produrre vini di qualità, riconosciuti a livello internazionale, che potessero mostrare eleganza e finezza mantenendo sempre il carattere originario.La nostra biblioteca ha molti titoli, ma per noi non è abbastanza ricca. Abbiamo una missione che non è del tutto compiuta, il che ci spinge ad esprimere il vasto potenziale dei nostri vigneti e a conciliare il nuovo che rimane da scoprire con il patrimonio del gusto toscano che include tradizione, cultura, agricoltura, l'artistico ed il letterario che infatti rappresentano l'identità della Marchesi Antinori, di cui uno dei maggiori punti di forza sta nel fatto di essere toscana, o, se preferite, la nostra 'toscanità'." Piero Antinori
 

La famiglia Antinori è parte, fin dalla sua fondazione, di  PFV, "Premum Familiae Vini", un'associazione informale di aziende vinicole proprietà di una famiglia. PFV va oltre i confini geografici e mantiene un comune legame: quello della proprietà dei vigneti e della produzione di vino come attività familiare da  coltivare ed affinare, come un grande vino, nel tempo.

Recensioni

Scrivi una recensione

Antinori Badia a Passignano Chianti Classico DOCG Gran Selezione 2012

Antinori Badia a Passignano Chianti Classico DOCG Gran Selezione 2012

Il Chianti Classico DOCG Gran SelezioneTenuta Badia a Passignano, di Antinori è prodotto esclusivamente dalle selezione delle migliori uve della proprietà situata nella zona del Chianti Classico. Una delle eccellenze degli Antinori. Maturazione per almeno 14 mesi in barrique e 16 mesi in bottiglia: ne risulta un vino di grande intensità, complessità ed equilibrio.

   

Scheda tecnica

badia-a-passignano-chianti-classico_etic