Civitella d’Agliano Grechetto IGT 'Poggio della Costa' 2016 - Sergio Mottura

SMT-POGGIOCOSTA-2016

Nuovo prodotto

Il 'Poggio della Costa' di Sergio Mottura è un bianco dal profumo ampio e fruttato, sapore caldo, fresco e persistente. Poliedrico, si abbina bene a piatti saporiti come pasta e fagioli, farro e ceci, lasagne, spaghetti alla carbonara e all'amatriciana, baccalà alla livornese, e ossibuchi alla milanese. E’ stato inoltre scelto dal Gambero Rosso come migliore vino italiano per gli asparagi.

   

Maggiori dettagli

12 Articoli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 point può essere convertito in un buono di 0,20 €.


17,00 € tasse incl.

-20%

Invece di 21,25 € tasse incl.

Scheda tecnica

Categoria del Prodotto Vino Bianco
Nazione Italia
Regione Lazio
Annata - Cuvée 2016
Denominazione Civitella d’Agliano IGT
Vitigno / Materia prima grechetto
Gradazione Alcolica 13,5% vol.
Formato 750 ml.
Degustazione Colore: giallo paglierino con intensi riflessi dorati. Bouquet: fiori gialli e frutta tropicale, venature minerali e richiami alla nocciola tostata. Gusto: simile al bouquet olfattivo, impreziosito da freschezza agrumata. Ottima la persistenza.
Abbinamenti gastronomici Piatti di Pesce, Carni Bianche, Vegetali e Legumi
Temperatura di servizio 8° - 10° C.
Bicchiere consigliato Calice a tulipano fine a stelo lungo
Premi Gambero Rosso 3 Bicchieri
Punteggi Antonio Galloni 91/100, Robert Parker 90/100

Dettagli

 

IL VINO

Il 'Poggio della Costa' di Sergio Mottura è un bianco dal profumo ampio e fruttato, sapore caldo, fresco e persistente. Poliedrico, si abbina bene a piatti saporiti come pasta e fagioli, farro e ceci, lasagne, spaghetti alla carbonara e all'amatriciana, baccalà alla livornese, e ossibuchi alla milanese. E’ stato inoltre scelto dal Gambero Rosso come migliore vino italiano per gli asparagi.

L'AZIENDA

Centotrenta ettari, di cui 36 vitati, si estendono tra le colline argillose di Civitella d'Agliano e la pianura umbra bagnata dal Tevere. Ci troviamo in provincia di Viterbo, in una zona vocata alla vitivinicoltura sin dal 1292, come dimostrano alcuni storici documenti d’archivio. La tenuta Mottura appartiene all’omonima famiglia dal 1933, ed è gestita dagli anni ‘60 da Sergio Mottura, sotto la cui guida l’impresa ha attraversato importanti fasi di rinnovamento, sia per quanto riguarda i nuovi reimpianti, sia per ciò che concerne le attività di cantina. Seguendo le regole dell’agricoltura biologica, la strenua ricerca del massimo equilibrio ecologico rappresenta uno dei credo aziendali, e anche in cantina le vinificazioni escludono qualsiasi intervento chimico, risultano il più naturali possibili. Rivalutando i vitigni autoctoni e portando avanti sperimentazioni pratiche sul campo, quelli di Sergio Mottura sono vini ricchi, inebrianti, persistenti, vigorosi e avvolgenti. Etichette uniche ed eccellenti, a partire dal “Latour a Civitella”, primo vino bianco del Lazio di sempre cui è stato assegnato il riconoscimento dei 3 bicchieri dalla guida sui “Vini d’Italia” del Gambero Rosso.

Recensioni

Scrivi una recensione

Civitella d’Agliano Grechetto IGT 'Poggio della Costa' 2016 - Sergio Mottura

Civitella d’Agliano Grechetto IGT 'Poggio della Costa' 2016 - Sergio Mottura

Il 'Poggio della Costa' di Sergio Mottura è un bianco dal profumo ampio e fruttato, sapore caldo, fresco e persistente. Poliedrico, si abbina bene a piatti saporiti come pasta e fagioli, farro e ceci, lasagne, spaghetti alla carbonara e all'amatriciana, baccalà alla livornese, e ossibuchi alla milanese. E’ stato inoltre scelto dal Gambero Rosso come migliore vino italiano per gli asparagi.