.

Vini Bianchi - Gavi del Comune di Gavi DOCG 'Rovereto' 2018 (750 ml.) - Michele Chiarlo - Michele Chiarlo - 1
Vini Bianchi - Gavi del Comune di Gavi DOCG 'Rovereto' 2018 (750 ml.) - Michele Chiarlo - Michele Chiarlo - 2
Vini Bianchi - Gavi del Comune di Gavi DOCG 'Rovereto' 2018 (750 ml.) - Michele Chiarlo - Michele Chiarlo - 3
Sconto -30%
Vini Bianchi - Gavi del Comune di Gavi DOCG 'Rovereto' 2018 (750 ml.) - Michele Chiarlo - Michele Chiarlo - 1

Gavi del Comune di Gavi DOCG 'Rovereto' 2018 (750 ml.) - Michele Chiarlo

Il Gavi del Comune di Gavi 'Rovereto' di Michele Chiarlo è stato prodotto per la prima volta con la vendemmia del 1996. Proviene da uve di Cortese coltivate e raccolte nell’omonima frazione del comune di Gavi, dove una parte degli acini, una volta raccolti, effettua la criomacerazione. Si procede con la pressatura e con la fermentazione in contenitori d’acciaio. Sempre in acciaio il vino rimane poi ad affinare per 5 mesi sui lieviti. È un bianco dal corpo leggero, croccante, con un sorso ampio che si muove su una progressione sapida e fresca, ideale con la cucina a base di pesce e molluschi. 

   

8 Articoli
29,29 €
20,50 € -30%
Tasse incluse
Quantità

IL VINO

Il Gavi del Comune di Gavi 'Rovereto' di Michele Chiarlo è stato prodotto per la prima volta con la vendemmia del 1996. Proviene da uve di Cortese coltivate e raccolte nell’omonima frazione del comune di Gavi, dove una parte degli acini, una volta raccolti, effettua la criomacerazione. Si procede con la pressatura e con la fermentazione in contenitori d’acciaio. Sempre in acciaio il vino rimane poi ad affinare per 5 mesi sui lieviti. È un bianco dal corpo leggero, croccante, con un sorso ampio che si muove su una progressione sapida e fresca, ideale con la cucina a base di pesce e molluschi. 

L'AZIENDA

L’azienda Michele Chiarlo fu fondata nel 1956 da Michele Chiarlo a Calamandrana, nel cuore dell’astigiano, producendo la prima annata di Barolo nel 1958. Durante gli anni seguenti la cantina, a conduzione rigorosamente famigliare, si sviluppò notevolmente, grazie agli importanti acquisti effettuati nelle migliori zone delle Langhe, aggiudicandosi, nel 1987 e nel 1989, terreni a Cerequio e a Cannubi. Oggi l’azienda si sviluppa su circa 110 ettari vitati, di cui 60 sono di proprietà e i restanti 50 con contratti di affitto a lungo termine, dando vita a poco più di un milione di bottiglie. La conduzione è affidata ai figli di Michele, Alberto e Stefano: il primo si occupa dello sviluppo commerciale, mentre il secondo è enologo. Nei vigneti si coltivano solo uve autoctone, concentrandosi su nebbiolo, barbera, cortese e moscato; in cantina la filosofia mira a esaltare le caratteristiche che contraddistinguono il vitigno contestualizzato in un determinato terroir, cercando per i vini rossi di utilizzare moderatamente il legno, affinando i vari crus secondo il metodo tradizionale, in botti grandi o tonneaux. Obiettivo fondamentale che viene perseguito dalla Michele Chiarlo è quello della sostenibilità, concetto caro alla famiglia sin dagli anni ’90, quando si iniziarono le prime applicazioni di lotta integrata, fitofarmaci selettivi e ulteriori pratiche naturali. Un percorso virtuoso, che si rinnova nel tempo: nel 2007 infatti si è iniziato un progetto, riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente, che mira alla sostenibilità totale della filiera, sino alla tavola dei consumatori. I Chiarlo sono persone dinamiche, attente ai tempi moderni, come testimonia l’ambizioso progetto di hospitality inaugurato con il “Palais Cerequio”, struttura ricettiva ideale per coloro che vogliono concedersi qualche giorno di riposo in un mondo dove è il vino a essere protagonista assoluto. Una ventina di etichette eccellenti in totale, dal Barolo al Barbaresco, dal Gavi alla Barbera: bottiglie che, sorso dopo sorso e vendemmia dopo vendemmia, si confermano nell’olimpo dei migliori vini italiani.

MCC-GAVI-ROVERETO-2018
8 Articoli

Scheda tecnica

Categoria del Prodotto
Vino Bianco
Nazione
Italia
Regione
Piemonte
Annata - Cuvée
2018
Denominazione
Gavi del Comune di Gavi DOCG
Vitigno / Materia prima
cortese
Gradazione Alcolica
13% vol.
Formato
750 ml.
Degustazione
Colore: giallo paglierino intenso Bouquet: intenso,di erbe aromatiche, floreale, di frutta bianca e con tenui tratti minerali Gusto: fragrante, fresco, morbido, sapido e lungo.
Abbinamenti Gastronomici
Primi di Mare, Piatti di Pesce
Temperatura di Servizio
8° - 10° C.
Bicchiere Consigliato
Calice fine a stelo lungo
Punteggi
Robert Parker 90/100, James Suckling 90/100, Wine Enthusiast 90/100, Wine Spectator 87/100

Riferimenti Specifici

0