.

Vini Rossi - Barolo 'Pira' DOCG 2014 (750 ml.) - Roagna - Roagna - 1
Vini Rossi - Barolo 'Pira' DOCG 2014 (750 ml.) - Roagna - Roagna - 2
Vini Rossi - Barolo 'Pira' DOCG 2014 (750 ml.) - Roagna - Roagna - 3
-20%
Vini Rossi - Barolo 'Pira' DOCG 2014 (750 ml.) - Roagna - Roagna - 1

Barolo 'Pira' DOCG 2014 (750 ml.) - Roagna

Il Barolo Pira di Roagna proviene da un vigneto storico di Castiglione Falletto, il borgo centrale nella zona del Barolo. Di proprietà della famiglia nobile, nei secoli passati era collegato direttamente al castello con una strada privata. Le piante di questo vino hanno un'età compresa tra i 25 e i 50 anni e l’età media supera i 40. Prima di essere vinificata l’uva segue 2 selezioni manuali, per controllare la perfetta integrità dei frutti. La fermentazione avviene esclusivamente in tini di legno, con una lenta macerazione sulle bucce di 60 giorni. Il vino matura in una botte di rovere neutro per circa 5 anni. La produzione é molto limita, con meno di 15.000 bottiglie per millesimo.

1 Articolo
200,00 €
160,00 € -20%
Tasse incluse
Quantità

IL VINO

Il Barolo Pira di Roagna proviene da un vigneto storico di Castiglione Falletto, il borgo centrale nella zona del Barolo. Di proprietà della famiglia nobile, nei secoli passati era collegato direttamente al castello con una strada privata. Le piante di questo vino hanno un'età compresa tra i 25 e i 50 anni e l’età media supera i 40. Prima di essere vinificata l’uva segue 2 selezioni manuali, per controllare la perfetta integrità dei frutti. La fermentazione avviene esclusivamente in tini di legno, con una lenta macerazione sulle bucce di 60 giorni. Il vino matura in una botte di rovere neutro per circa 5 anni. La produzione é molto limita, con meno di 15.000 bottiglie per millesimo.

L'AZIENDA

La Cantina Roagna si trova a Barbaresco, nel cuore delle Langhe e produce vini che sono espressione pura e autentica del territorio. 

Per raggiungere questo obiettivo, ha scelto di lavorare con viti vecchie, con apparati radicali molto profondi e capaci di donare uve di grande concentrazione aromatica. I terreni sono di origine sedimentaria marina, con stratificazioni di argille calcaree alternate a marne grigio-bluastre e sabbie. L’autenticità di ogni singola e diversa espressione, deriva da minime differenze del sottosuolo. Le vigne non vengono fertilizzate, non vengono utilizzati erbicidi o pesticidi e il suolo è completamente inerbito, così che viene stimolata la biodiversità e gli apparati radicali sono spinti ad andare in profondità. I ceppi presenti nei vigneti derivano da legni di madri-viti della zona, così da mantenere una popolazione di piante eterogenea. 

Nel 2012 è iniziata una sperimentazione di viti da seme, ottenuta seminando vinaccioli delle viti più vecchie per originare nuove piante-figlie e salvaguardare o addirittura aumentare la biodiversità del vigneto. In cantina, così come tra i filari, rigide e rigorose sono le regole, seguite alla perfezione, costantemente e scrupolosamente: per le fermentazioni, sono utilizzati pied de cuve con lieviti indigeni e le macerazioni sono molto lunghe, a cappello sommerso, per trasferire al vino tutto ciò che di prezioso c’è nei grappoli. Stessa filosofia viene perseguita per le fasi di invecchiamento e affinamento: i controlli sono minuziosi, e l’obbiettivo finale è sempre quello di esaltare ciò che la stagione e il territorio sono riusciti a esprimere nelle uve. 

Da tutto ciò nascono vini semplicemente straordinari, tra i quali incontriamo alcune delle migliori etichette di tutto il Piemonte. Dal Dolcetto alla Barbera, si passa per il Barolo e per il Barbaresco - con quest’ultimi provenienti da alcuni dei più prestigiosi cru, come Pajè o Asili - fino ad arrivare al Barolo Chinato e alla Grappa: etichette praticamente mitiche.

RGN-PIRA-2014
1 Articolo

Scheda tecnica

Categoria del Prodotto
Vino Rosso
Nazione
Italia
Regione
Piemonte
Annata - Cuvée
2014
Denominazione
Barolo DOCG
Vitigno / Materia prima
nebbiolo
Gradazione Alcolica
13.5% vol.
Formato
750 ml.
Degustazione
Colore: rosso rubino con riflessi granato Bouquet: profumi di viola, frutta rossa, note eteree, speziate e tostate. Gusto: struttura e potenza. Tannini evoluti e buona acidità, finale lungo e molto persistente.
Abbinamenti Gastronomici
Carni Rosse, Cacciagione
Temperatura di Servizio
16° – 18° C.
Bicchiere Consigliato
Calice a tulipano molto ampio
Caratteristiche Speciali
Edizione Limitata

Riferimenti Specifici

0