.

Barolo DOCG Riserva 2010 - Borgogno
Barolo DOCG Riserva 2010 - Borgogno
Barolo DOCG Riserva 2010 - Borgogno
Barolo DOCG Riserva 2010 - Borgogno
Barolo DOCG Riserva 2010 - Borgogno
Barolo DOCG Riserva 2010 - Borgogno

Barolo DOCG 'Riserva' 2010 - Borgogno

Il Barolo Riserva di Borgogno può essere considerato la quintessenza del tradizionale Barolo. Stile classico e naturale, composto da tre diversi cru: Liste, Cannubi e Fossati. Il 2010 sarà ricordato come un’annata eccellente a cui il Nebbiolo ha risposto in maniera sublime. Il vino viene affinato per 6 anni in botti di rovere di Slavonia ed 1 anno in bottiglia. Eccellente.

  

6 Articoli
110,00 €

Acquistando questo prodotto puoi ricevere fino a 11 punti. Il totale del tuo carrello è 11 punti può essere convertito in un voucher di: 2,20 €.

Tasse incluse

IL VINO

Il Barolo Riserva di Borgogno può essere considerato la quintessenza del tradizionale Barolo. Stile classico e naturale, composto da tre diversi cru: Liste, Cannubi e Fossati. Il 2010 sarà ricordato come un’annata eccellente a cui il Nebbiolo ha risposto in maniera sublime. Il vino viene affinato per 6 anni in botti di rovere di Slavonia ed 1 anno in bottiglia. Eccellente.

L'AZIENDA

Il nome Borgogno è da sempre legato ad una delle più antiche case vinicole di Langa e del Piemonte. Tutto ha inizio nel 1761 quando Bartolomeo Borgogno fonda la cantina.

 Negli anni a seguire la storia dell’azienda si lega spesso a quella del nostro Paese, come nel 1861, anno in cui si realizza l’Unità d’Italia: il vino scelto per accompagnare il pranzo celebrativo dell'unificazione d'Italia ufficiale è il Barolo di Borgogno.

Il protagonista assoluto del nuovo secolo è Cesare Borgogno. E’ il più giovane di cinque fratelli e, nel 1920, assume la direzione della cantina. Figura di spicco e di carisma fin da subito a trasmette  entusiasmo e porta significative innovazioni. La genialità di Cesare dà inizio ad una tradizione che ad oggi parrebbe pura follia: parte dei vini delle migliori annate vengono dimenticati e conservati gelosamente nelle buie cantine per almeno vent’anni. Iniziano così ad accumularsi i migliori millesimi di Barolo. Grazie a questa  intuizione, da allora diventa consuetudine. Ancora oggi le cantine rappresentano una rara memoria storica della Langa. Nella seconda metà degli anni ’50 si completa la ristrutturazione delle cantine, e nel 1967, l’Azienda assume l’attuale denominazione “Giacomo Borgogno & Figli”. Alla morte di Cesare Borgogno nel 1968 la conduzione passa alla nipote Ida e al futuro marito Franco Boschis, sino a quel momento validi collaboratori e successivamente ai loro figli, Cesare e Giorgio.

Il 2008 segna un’altra significativa tappa nella storia di Borgogno: l’azienda viene rilevata dalla famiglia Farinetti. 

L’anno successivo si completa l’importante ristrutturazione dell’edificio principale che è riportato al suo aspetto originario; nel rispetto della tradizione non vengono modificate le storiche cantine del 1761. Nel 2010 Andrea Farinetti, terminata la scuola enologica, assume la guida dell’azienda.

BRG-BAROLO-RISERVA-2010

Scheda tecnica

Nazione
Italia
Regione
Piemonte
Annata - Cuvée
2010
Denominazione
Barolo DOCG
Vitigno / Materia prima
nebbiolo
Varietà
Vigneti Cannubi, Liste, Fossati
Gradazione Alcolica
14,5% vol.
Formato
750 ml.
Confezione
Astuccio Originale
Degustazione
Colore: Rosso rubino piuttosto intenso.Profumo: persistente, con sentori di ciliegia, frutti rossi, spezie.Gusto: armonico e complesso, piacevolmente equilibrato, profondo e di buona persistenza.
Abbinamenti gastronomici
Riso e Risotti, Carni Rosse, A Tutto Pasto, Primi di Terra
Temperatura di servizio
18° - 20° C.
Bicchiere consigliato
Calice a tulipano molto ampio
Classe di Invecchiamento
Riserva
Premi
Bibenda 5 Grappoli
Punteggi
James Suckling 94/100, Robert Parker 94/100
Caratteristiche Speciali
Annate Storiche
Categoria del Prodotto
Vino Rosso

Riferimenti Specifici

Potrebbe anche piacerti

45,00 €
65,00 €
0