Toscana Bianco IGT 'Giovin Re' 2016 - Michele Satta

MST-GIOVIN-RE-2016

Nuovo prodotto

Il 'Giovin Re' di Michele Satta è un Viognier in purezza e nasce da una felice intuizione di Michele. L’uva è raccolta a piena maturazione, e il mosto fermenta in barrique vecchie. Il vino matura in legno per 6 mesi, senza svolgere la malolattica, per poi essere filtrato e imbottigliato. Un bianco pieno e armoniosoSi esalta accompagnando piatti di forte personalità, sapidi e speziati.

Maggiori dettagli

6 Articoli

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 3 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 3 points può essere convertito in un buono di 0,60 €.


33,00 € tasse incl.

Scheda tecnica

Categoria del Prodotto Vino Bianco
Nazione Italia
Regione Toscana
Annata - Cuvée 2016
Denominazione Toscana Bianco IGT
Vitigno / Materia prima viognier
Gradazione Alcolica 13,5% vol.
Formato 750 ml.
Degustazione Colore: tonalità dorata. Bouquet: note di frutta matura e sentori floreali e leggeri tocchi speziati. Gusto: corpo pieno, armonioso, con un sorso che si muove in perfetto equilibrio gusto-olfattivo.
Abbinamenti gastronomici Frutti di Mare, Crostacei e Molluschi
Temperatura di servizio 10° - 12° C.
Bicchiere consigliato Calice fine a stelo lungo
Punteggi James Suckling 89/100
Caratteristiche Speciali Esclusivo, di nicchia

Dettagli

IL VINO

Il 'Giovin Re' di Michele Satta è un Viognier in purezza e nasce da una felice intuizione di Michele. L’uva è raccolta a piena maturazione, e il mosto fermenta in barrique vecchie. Il vino matura in legno per 6 mesi, senza svolgere la malolattica, per poi essere filtrato e imbottigliato. Un bianco pieno e armonioso. Si esalta accompagnando piatti di forte personalità, sapidi e speziati.

L'AZIENDA

L’Azienda nasce nel 1983, anno precedente alla fondazione della Doc di Bolgheri che mi vede, infatti, tra i suoi primi protagonisti.
Dopo un primo periodo precario, legato ad affitti frazionati, nel 1987 riesco finalmente a costituire il primo nucleo dell'azienda con l'acquisto del miglior terreno disponibile e la costruzione della cantina.

Nel 1991 pianto il mio primo vigneto con la coscienza di voler produrre un vino che potesse essere fedele alla scia tracciata da Sassicaia e Ornellaia, ma anche alla mia personale visione ed esperienza di vigna. Da qui l’esigenza di affiancare al Cabernet Sauvignon e al Merlot le uve che ritenevo potessero esprimere ancor meglio il terroir mediterraneo di Bolgheri: Sangiovese e Syrah.
Nasce così Piastraia che con la vendemmia 2012, dopo più di 15 anni dal primo imbottigliamento (la prima etichetta è del 1994), promuoviamo alla menzione “Bolgheri Superiore”. Questo vino dunque è collocato nella breve ma prestigiosa storia di Bolgheri non solo come un pioniere, ma come la mia consapevole identità della denominazione.

Oltre a Piastraia ed ai classici Bolgheri, tra cui l’altro Superiore “I Castagni”, cru dell’omonimo vigneto, ho deciso di produrre dei vini che fossero l’espressione di singoli vitigni: “Cavaliere”, 100% Sangiovese; “Syrah” 100% Syrah e “Giovin Re”, 100% Viognier.

Sicuramente controtendenza, ho guadagnato la reputazione di un produttore originale a Bolgheri, ma anche di esploratore. Sono stato il primo a portare in questa terra Syrah, Teroldego, Viognier, a vinificare Vermentino e Sangiovese in purezza.

Ciò che più mi sta a cuore, è esprimere l’unicità di questo affascinante prodotto che nasce da un territorio ben preciso, da un vigneto ben preciso e da un uomo che si mette in relazione con essi.

Nell'azienda, a conduzione familiare con dimensionamento stabile di 23 ettari, produco attualmente 150.000 bottiglie ottenute tutte da uva di produzione propria.

Recensioni

Scrivi una recensione

Toscana Bianco IGT 'Giovin Re' 2016 - Michele Satta

Toscana Bianco IGT 'Giovin Re' 2016 - Michele Satta

Il 'Giovin Re' di Michele Satta è un Viognier in purezza e nasce da una felice intuizione di Michele. L’uva è raccolta a piena maturazione, e il mosto fermenta in barrique vecchie. Il vino matura in legno per 6 mesi, senza svolgere la malolattica, per poi essere filtrato e imbottigliato. Un bianco pieno e armoniosoSi esalta accompagnando piatti di forte personalità, sapidi e speziati.