Campi Flegrei Piedirosso DOC 2016 - La Sibilla

LSB-PIEDIROSSO-2016

Nuovo prodotto

Il Campi Flegrei Piedirosso di La Sibilla è ottenuto dal piedirosso, un vitigno autoctono campano coltivato franco di piede. Rosso deciso, vinificato e lasciato maturare in solo acciaio per preservarne le migliori caratteristiche. Una delle massime espressioni del territorio, un rosso fresco e fragrante dal caratteristico bouquet di note minerali che rimandano alla natura vulcanica dell’area.

Maggiori dettagli

12 Articoli

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 point può essere convertito in un buono di 0,20 €.


10,90 € tasse incl.

From 10,40 € by 6

Aggiungi alla lista dei desideri

Sconti sul volume

QuantitàScontoSalva
6 0,50 € Fino a 3,00 €

Scheda tecnica

NazioneItalia
RegioneCampania
TipoVino Rosso
Vitignopiedirosso
DenominazioneCampi Flegrei DOC
Gradazione Alcolica12,5% vol.
FormatiBottiglia da 750 ml.
DegustazioneColore: rosso rubino acceso. Bouquet: note erbacee e frutta molto matura, marasca e susina. Gusto: eleganza e freschezza, chiusura di rara pulizia.
Abbinamenti gastronomiciA Tutto Pasto, Zuppe e Passati di Verdura, Carni Bianche, Carni Rosse
Temperatura di servizio16° – 18° C.
Bicchiere consigliatoCalice ampio a stelo lungo
Annata2016

Dettagli

 

IL VINO

Il Campi Flegrei Piedirosso di La Sibilla è ottenuto dal piedirosso, un vitigno autoctono campano coltivato franco di piede. Rosso deciso, vinificato e lasciato maturare in solo acciaio per preservarne le migliori caratteristiche. Una delle massime espressioni del territorio, un rosso fresco e fragrante dal caratteristico bouquet di note minerali che rimandano alla natura vulcanica dell’area.

L'AZIENDA

L'azienda La Sibilla si trova in provincia di Napoli, nel cuore dei Campi Flegrei e a pochi passi dall’Antro della Sibilla Cumana. Questa realtà vitivinicola deve i suoi natali alla famiglia Di Meo e in particolare a uno dei suoi avi, che oltre cento anni fa decise di trasferirsi qui e di iniziare ad allevare viti. Oggi La Sibilla conta circa 10 ettari vitati; nei vigneti sono presenti viti autoctone centenarie di falanghina e piedirosso aggrappate, secondo tradizione, a pali di castagno e ancora oggi in piena produzione. La famiglia di Meo, custode di un patrimonio enoico tramandato di generazione in generazione e coltiva i propri vitigni mossa da sempre dalla passione per la terra e per i suoi prodotti; da due anni, inoltre, Vincenzo Di Meo, enologo giramondo che guida attualmente l'azienda, ha avviato anche il recupero di ulteriori vitigni autoctoni come ‘a livella, ‘a surcella e 'a marsigliese: l'obiettivo primario è sempre quello di produrre vini dal sapore e dal gusto di una volta, rendendo protagoniste, insieme alle moderne tecnologie, anche le antiche tradizioni. Le viti, allevate su terreni sabbiosi di origine vulcanica e immuni alla filossera, sono un vero e proprio museo vegetale. Suddivise in due corpi principali, il primo a ridosso della cantina e il secondo vicino alla villa romana, conosciuta come Villa di Cesare, nell’Oasi naturalistica del WWF, regalano ottimi vini dalle caratteristiche peculiari, preservando il territorio e, a volte, salvandolo dall’abbandono e dall’abusivismo. Assecondando la vocazione del territorio e amando il lavoro in vigna, a La Sibilla si ottengono vini dalla spiccata personalità, da apprezzare proprio perché mai uguali a se stessi, se non nella qualità. Sempre freschi, fragranti e meravigliosamente espressivi, questi vini sono i migliori ambasciatori possibili di un territorio ancora tutto da scoprire dove, a dare ritmo alla vita, solo le tradizioni, la stagionalità, i valori e la conoscenza.

Recensioni

Scrivi una recensione

Campi Flegrei Piedirosso DOC 2016 - La Sibilla

Campi Flegrei Piedirosso DOC 2016 - La Sibilla

Il Campi Flegrei Piedirosso di La Sibilla è ottenuto dal piedirosso, un vitigno autoctono campano coltivato franco di piede. Rosso deciso, vinificato e lasciato maturare in solo acciaio per preservarne le migliori caratteristiche. Una delle massime espressioni del territorio, un rosso fresco e fragrante dal caratteristico bouquet di note minerali che rimandano alla natura vulcanica dell’area.