Cassetta Degustazione 3 Vini - Al-Cantàra

ALC-ALCANTARA-3BT

Nuovo prodotto

Splendida cassetta regalo in legno massello contenente 3 bottiglie di Al-Cantàra:

1 di Luci Luci

1 di U'Toccu

1 di O'Scuru

I vini di Al-Cantàra rappresentano un connubio, unico e prezioso nel suo genere, tra uva, versi e pastelli. Ogni bottiglia della linea “cru” è intrinsecamente “letteraria”, martogliana per la precisione, nella sua denominazione e artistica nella sua etichetta. 

Maggiori dettagli

1 Articolo

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 6 Punti fedeltà. Il totale del tuo carrello 6 points può essere convertito in un buono di 1,20 €.


65,00 € tasse incl.

invece di 69,00 €

Scheda tecnica

NazioneItalia
RegioneSicilia
TipoCassetta in Legno
Vitignonerello mascalese, pinot nero, carricante
DenominazioneEtna Bianco DOC, Etna Rosso DOC, Terre Siciliane IGT
Gradazione Alcolica12% vol., 13,5% vol.
FormatiBottiglia da 750 ml.
Abbinamenti gastronomiciCarni Bianche, Carni Rosse, Frutti di Mare, Crostacei e Molluschi, Formaggi Freschi, Formaggi Stagionati
Temperatura di servizio10° - 12° C., 17° - 18° C.
Bicchiere consigliatoCalice ampio a stelo lungo, Calice fine a stelo lungo
PremiDecanter Commended, Decanter Medaglia di Bronzo, Decanter Medaglia d'Argento, IWC Medaglia di Bronzo

Dettagli

Logo-al-cantara.png

IL VINO

Luci Luci di Al-Cantàra è ottenuto con uve di Carricante in purezza. Giallo paglierino abbastanza consistente. Al naso si presenta con note di fiori bianchi e di frutta fresca di mela gialla e frutta tropicale accompagnate da note minerali. Fresco, ampio, dotato di una buona sapidità. Eccellente da gustare con formaggi stagionati, carni bianche e crostacei.

U'Toccu di Al-Cantàra, Pinot Nero in purezza, è un vino che nasce all’ombra dell‘Etna. Terra aspra e nera una ricchezza per il corpo e l’anima; di questo connubio ne é frutto questo Pinot nero, vitigno di grande prestigio internazionale che qui si è ben acclimatato. Da gustare con salumi, carni bianche, stoccafisso o baccalà.

O'Scuru O'Scuru of Al-Cantàra is a wine that is born in the shadow of Etna, in a valley between the mountains of the Nebrodi and the volcano. Nerello Mascalese and Nerello Cappuccio handpicked and aged 24 months in steel and wood give life to this magnificent red. Ideal with boiled, roasted red meat, game, fresh cheeses

L'AZIENDA

Vino Arte e Poesia sull’Etna

Dalla felice intuizione che un buon vino è “poesia”, e per farlo ci vuole “arte” nasce la nostra azienda: Al-Cantàra. Seppur giovanissima, siamo riusciti in poco tempo ad affermarci sul mercato sia per il connubio, unico e prezioso nel suo genere, tra uva, versi e pastelli, sia per la qualità dei vini, che grazie all’esperienza trentennale ed alla sensibilità, unica nel settore del vino, del nostro territorio è stata riconosciuta con alcuni premi di portata nazionale e internazionale: fra questi il Vinitaly e la Douja D’or, Pramaggiore e la selezione del Sindaco, nonché Los Angeles.

L’azienda prende il nome dal fiume che lambisce la Contrada Feudo Santa Anastasia a Randazzo (Ct), presso la quale si trovano i nostri terreni. Abbiamo voluto denominarla Al-Cantàra non solo per sottolineare il legame con la terra siciliana, ma soprattutto perché “al-cantàra” in arabo significa “ponte”: e proprio come con un ponte, tradizionale simbolo di unione, l’azienda vuole collegare arte, vino e poesia. Il ponte, che collega un volto femminile con l’acqua fiumana, è peraltro diventato il nostro logo.

Ogni bottiglia della linea “cru” è intrinsecamente “letteraria”, martogliana per la precisione, nella sua denominazione e artistica nella sua etichetta. Il poeta belpassese del secolo scorso è stato, infatti, la musa ispiratrice del giovane artista catanese Alfredo Guglielmino, che ha letto le opere di Martoglio, cui i vini si ispirano, ricreandone sapientemente l’atmosfera e riproponendo, in modo elegante e raffinato, il particolare sapore di ciascuna di esse in chiave figurativa.
E così, ad esempio, “O’ scuru o’scuru” la silloge di sonetti siciliani sulla “maffia” – trattata chiaramente in chiave nient’affatto elogiativa o encomiastica – diventa il nome di un rosso DOC, sulla cui etichetta è rappresentato l’ambiente tipico delle osterie siciliane di qualche tempo addietro, colori cupi, avventore con bottiglia in una mano, penna d’oca nell’altra, intento a scrivere qualcosa sotto la fioca luce di una candela. O ancora, “Luci Luci”, da “luci luci picuraru”, quelle lucciole di cui il poeta parla nel primo dei sonetti, è l’etichetta dell’Etna Bianco DOC, in cui è raffigurato un pastore che riposa sereno, circondato da lucciole numerose, in una limpida notte siciliana.

Il territorio: Randazzo

Sul versante nord-occidentale dell’Etna, il vulcano chiamato persino da Dante “Mongibello”, altrimenti noto in dialetto come a’ muntagna, non lontano da luoghi impregnati di mitologia classica (Aci e Galatea, Vulcano e i Ciclopi, Ulisse e Polifemo, Scilla e Cariddi), lambita dal fiume Alcantara, sorge la città di Randazzo, la più vicina al cratere centrale dell’Etna. Il nome “Randazzo” potrebbe essere una forma derivata (“Randacium”), in seguito a diverse modifiche e storpiature, da “Trinacium”, la più antica città che sorse in questo sito, oppure potrebbe prendere il nome da un qualche parente non meglio identificato del governatore di Taormina, di cognome “Randas” appunto, mandato a morte nel 934. Anche le origini di Randazzo, nonostante i numerosi studi, sono ancora ammantate dal dubbio.

Contenuto della confezione

Recensioni

Scrivi una recensione

Cassetta Degustazione 3 Vini - Al-Cantàra

Cassetta Degustazione 3 Vini - Al-Cantàra

Splendida cassetta regalo in legno massello contenente 3 bottiglie di Al-Cantàra:

1 di Luci Luci

1 di U'Toccu

1 di O'Scuru

I vini di Al-Cantàra rappresentano un connubio, unico e prezioso nel suo genere, tra uva, versi e pastelli. Ogni bottiglia della linea “cru” è intrinsecamente “letteraria”, martogliana per la precisione, nella sua denominazione e artistica nella sua etichetta.