Catalogo

Denominazione
Produttore
Vitigno
Gradazione Alcolica
Tipo
Regione
Greco di Tufo

Il greco di tufo ha origini antichissime: le testimonianze scritte risalenti al I secolo a.C., periodo in cui venne innestato proveniente dalla regione greca della Tessaglia, ne fanno uno dei più antichi vitigni e vini d’Italia. Sono presenti ulteriori riferimenti persino in un affresco a Pompei, nel quale troviamo scritto il seguente verso: “Se...

Il greco di tufo ha origini antichissime: le testimonianze scritte risalenti al I secolo a.C., periodo in cui venne innestato proveniente dalla regione greca della Tessaglia, ne fanno uno dei più antichi vitigni e vini d’Italia. Sono presenti ulteriori riferimenti persino in un affresco a Pompei, nel quale troviamo scritto il seguente verso: “Sei veramente gelida, Bice, se ieri sera nemmeno il vino Greco è riuscito a scaldarti”. Inizialmente presente in prevalenza alle pendici del Vesuvio, si estende nel corso dei secoli nelle zone vitate della provincia di Avellino. Dopo avere ottenuto la denominazione di origine controllata nel 1970, ottiene la consacrazione definitiva nel luglio del 2003 quando viene elevato a denominazione d’origine controllata e garantita.

Di colore giallo paglierino intenso, così come intenso è al naso, gradevole e fine. In bocca conferma l’intensità e la lunghezza, con il suo sapore asciutto e armonico. La sua struttura importante permette a questo grande bianco campano di essere invecchiato. L’abbinamento con piatti di pesce e crostacei risulta facile e riuscito, ma sorprende assaporato con la mozzarella di bufala.

Prodotto nei comuni di Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Petruro Irpino, Prata di Principato Ultra, Santa Paolina, Torrioni e Tufo.

Vitigno greco minimo all'85%, anche se spesso utilizzato in purezza, è ammessa una percentuale del 15% di coda di volpe.

- Terreni: esclusivamente collinari di buona esposizione, non sono da considerare idonei i terreni di fondovalle 

- La produzione massima di uva deve essere di 10 t / ha 

- Per i nuovi impianti e i reimpianti la densità non può essere inferiore a 2.500 ceppi / ha

- Il titolo alcolometrico volumico naturale minimo deve essere di 12% vol. 

- È consentito l’arricchimento dei mosti e dei vini, alle condizioni stabilite dalle norme comunitarie e nazionali 

- Tutte le operazioni di vinificazione, invecchiamento e imbottigliamento, debbono essere effettuate nella provincia di Avellino.

Fonte e approfondimenti: Consorzio http://consorziovinidirpinia.it/

Più

Greco di Tufo C'è 1 prodotto.

Mostrando 1 - 1 di 1 articolo
Mostrando 1 - 1 di 1 articolo